biografia



Nato nel settembre 1983 sotto il segno della Vergine sono cresciuto in un liceo artistico e laureato in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano nel 2006.
Nel 2007, dopo alcune esperienze lavorative nel settore della comunicazione da apprendista e dipendente, inizio la mia carriera autonoma nel mondo delle arti grafiche e visive. Da allora è stato un susseguirsi di progetti indescrivibile.
Nel 2010 ho insegnato Computer Graphic Design a 2 classi superiori e tenuto alcune lezioni di comunicazione in altri istituti negli anni successivi.

Mi considero un individuo pensante, consapevole, attivo ed altamente concettuale; mi ritengo un ottimo creativo, un buon grafico, un attento impaginatore ed un discreto copy.
Sono curioso, analitico, geometrico, critico, razionale ed istintivo allo stesso tempo.
Nei diversi ambiti artistici in cui mi sono cimentato negli anni (pittura, videoproiezioni, grafica e comunicazione) mi sono sempre contraddistinto per le mie idee ed il mio stile di sintesi “a livelli”: ogni progetto porta al suo interno diversi significati, tutti efficaci e coerenti, che possono essere più o meno letti a seconda dell’attenzione e flessibilità del fruitore sia dal punto di vista estetico che concettuale.
Prediligo un approccio di tipo minimale, sintetico ed ermetico.

comunicazione



Specializzato ed appassionato di branding, incline all'illustrazione concettuale ed affascinato dall'advertising sin da piccolo.
Adoro dare senso ad ogni cosa e giustificare ogni singola scelta, dall’articolo usato in una frase ai vettori modificati di ogni singola lettera, dalle distanze costanti tra gli oggetti al perchè un colore ha più o meno percentuale di ciano.
Utilizzo spesso la matematica e i numeri all’interno dei miei elaborati grafici.
Il mio occhio è predisposto a vedere errori e imperfezioni, negli stampati e non, sia dal punto di vista geometrico e di allineamenti che soprattutto ortografico.
Sono convinto che un elaborato, a prescindere dalla qualità della comunicazione, deve risultare tecnicamente impeccabile e perfetto: non tollero appunto errori o sviste di ortografia, sintassi, allineamento e dettagli grafici (vettori imperfetti, colori simili ma non uguali, basse risoluzioni).
Amo la lingua italiana. Sono attento a sonorità e memorizzazione, a coincidenze, etimologie o scomposizioni, a doppi sensi ed ambiguità di ogni tipo.
Il mio inglese, a volte forzatamente “maccaronico”, mi porta spesso a giocare con parole italianizzate e viceversa.

pittura ed espressione



Parlando di pittura ed espressione personale, dal 2001, ho sempre lavorato nell’ambito concettuale, unendo geometria e anatomia umana, elaborando composizioni di individui (in maggioranza coppie uomo-donna) rappresentanti uno stato d’animo, un sentimento ben preciso o una metafora umana di un pensiero mentale.
L’ultima opera esposta nel 2009 (pittorica e strutturale), diventa analogicamente interattiva, cerca infatti di coinvolgere e sensibilizzare gli utenti e scollegandoli dalla posizione di “passivi”.
Dopo anni di pausa riflessiva, sono pronto a cimentarmi di nuovo in questa fondamentale e profonda tipologia di espressione personale.

vjing



Per quattro intensi anni (2006/2010) ho portato avanti un percorso nell’ambito delle videoproiezioni live (vjing) in diversi locali e club italiani e non.
Utilizzando la tecnica dello stop-motion ho prodotto centinaia di loop video, nella maggior parte dettagli macro di parti del corpo e svariati oggetti, che messi a tempo e proiettati a grandi dimensioni generano forme e movimenti astratti, portando il fruitore ad utilizzare l’immaginazione e a tenere il tempo con udito e vista.

carattere



Mi piace ridere e mantenere gli umori alti, essere comico e di compagnia.
Mi piace altrettanto scavare a fondo con le persone, farle riflettere e reagire a stimoli di ogni tipo affinchè io possa trovare in loro risposte, spunti, ammissioni, smentite o semplici prese di posizione e punti di vista impensabili.
Da amici e conoscenti sono spesso interpellato per idee e suggestioni, consigli estetici o pareri socioculturali.
Odio parlare di soldi e gestire questioni burocratiche, essere interrotto e distratto.
Seguo il cinema d’autore, gioco a frisbee e con tutto ciò che stimola un senso di libertà.

desideri e aspirazioni



Sono quotidianamente alla ricerca di un percorso definito, di un team di lavoro stimolante, di qualcuno che mi sappia correggere per errori veri, di una stabilità economica, di qualcuno che mi insegni costantemente qualcosa di nuovo, di ostacoli concreti da oltrepassare, di meritocrazia, soddisfazione personale, somma consapevolezza, libero arbitrio ed espressione pura.